Per informazioni scrivici info@studiopettenati.it

Dove trovarci

Via Palermo, 2 - 43122, Parma

Logo


Chiamaci per un consulto

(+39) 0521.287197

PADRE RIFIUTA OGNI CONTATTO CON IL FIGLIO: CONDANNATO A RISARCIRGLI 100.000€ DI DANNI DA DEPRIVAZIONE PATERNA

PADRE RIFIUTA OGNI CONTATTO CON IL FIGLIO: CONDANNATO A RISARCIRGLI 100.000€ DI DANNI DA DEPRIVAZIONE PATERNA

Di recente il Tribunale di Milano ha condannato il padre naturale di un ragazzo al pagamento di € 100.000 per aver rifiutato ogni approccio o contatto con il figlio disabile.

Un genitore, infatti, oltre all’obbligo di mantenimento dei figli (che sorge con la nascita e continua fino al conseguimento della loro indipendenza), ha il dovere di assistenza morale, cura ed educazione della prole.

Nel caso in esame, i giudici ritengono che il comportamento paterno abbia indubbiamente influito negativamente sullo sviluppo psichico del ragazzo il quale ha patito e patisce la sofferenza legata al rifiuto da parte della figura paterna.

“La condotta paterna, configura un illecito e rappresenta certamente una perdita per il figlio che ha segnato la sua vita incidendo significativamente sulla sua delicata identità personale e che non può essere certamente compensata dalla presenza dell’altro genitore o dei parenti prossimi e nemmeno compensata dal sostegno economico”.

Essendo la famiglia l’ambiente primario in cui i singoli si costruiscono come adulti e come persone, la descritta situazione è suscettibile di risarcimento, anche non patrimoniale.

 

Trib. Milano 2938/2917